PRODOTTI LARGO CONSUMO

I tipici problemi di sicurezza del settore

La filiera produttiva, riferita a prodotti di largo consumo, anche nel settore alimentare, presenta dei rischi assolutamente specifici proprio in ragione delle modalità con cui viene sviluppato l'intero ciclo produttivo. Queste aziende utilizzano dei semilavorati che provengono da varie parti d'Italia e del mondo e che vengono inseriti in un ciclo produttivo di solito a brevissimo termine. Il rifornimento dei punti di vendita avviene con una frequenza che talvolta è quotidiana; in queste condizioni occorre garantire che l'intera filiera produttiva sia in grado di rispondere tempestivamente alle richieste che provengono dal mondo dei consumatori, facendo giungere presso le proprie fabbriche i semilavorati nella quantità appropriata per realizzare il prodotto desiderato. Ritardi nel ciclo di approvvigionamento, produzione e distribuzione comportano reazioni negative da parte della distribuzione e del consumatore. In queste circostanze una stretta tutela della catena produttiva rappresenta un imperativo che è alla base della impostazione dell'intera politica di sicurezza per questa specifica filiera. Un altro problema endemico, tipico di questo settore, è il furto di prodotti, spesso di piccole dimensioni e molto fungibili, sia da parte di personale interno che per mano di soggetti esterni, prelevati sia dal ciclo di produzione che dai magazzini prodotti finiti o addirittura durante il trasporto. In funzione del tipo di prodotto, nel settore operano multinazionali che hanno acquisito unità produttive nazionali e che, in Italia, possono o meno aver adottato standard internazionali di sicurezza, oppure aziende di media dimensione italiane, cresciute rapidamente e che spesso hanno concentrato tutte le loro attenzioni sull'attività produttiva senza disporre di specifici apprestamenti di protezione, organizzati ad esempio da un ufficio sicurezza.

Un approccio integrato per la soluzione di tali problemi

La sicurezza di questi insediamenti si articola i numerosi interventi che richiedono competenze specifiche. Gli interventi possono essere diversificati, per quanto riguarda la loro incisività, a seconda del settore manifatturiero coinvolto, ma esistono delle misure di mitigazione e contrasto, di natura basilare, che debbono essere presenti in un qualunque approccio integrato alla mitigazione ed al controllo del rischio. Le attività di vigilanza ispettiva, per lo più condotte all'esterno dello stabilimento, ma che possono essere anche estese ad aree critiche interne, rappresentano un elemento fondamentale di sicurezza. Il presidio dei varchi pedonali e carrai rappresenta un altro aspetto essenziale, in quanto spesso questi prodotti di largo consumo sono estremamente appetibili, sia per soggetti interni all'organizzazione sia per soggetti esterni; in questo caso il rischio di sottrazione abusiva è particolarmente elevato ed occorre attivare incisive misure di controllo che fungano da deterrente. Resta inteso che tali misure debbano essere sempre compatibili con i dettati dello statuto dei lavoratori. L'adozione di sistemi di videosorveglianza rappresenta un ulteriore elemento di deterrenza contro la possibile sottrazione di prodotti appetibili, spesso di piccole dimensioni, e la realizzazione di una sala di controllo con personale specializzato, può costituire un elemento oltremodo significativo di tenuta sotto controllo di quest'autentica piaga del settore manifatturiero, vale a dire la sparizione misteriosa di prodotti. Infine, l'adozione di sistemi antintrusione nelle zone dove vengono stoccati prodotti, in attesa di essere distribuiti sul territorio nazionale, costituisce un ulteriore elemento deterrente che più volte ha dimostrato il suo valore nella repressione dei reati, almeno in proporzione al costo.

I vantaggi dell’approccio integrato

Nel contesto sopra illustrato, occorre analizzare separatamente l'approccio alla sicurezza che viene governato dagli uffici sicurezza di grandi multinazionali, ad esempio dell'alimentazione, e quello presente in aziende interamente concentrate sulla catena produttiva e che hanno a disposizione poco tempo per impostare e gestire uno specifico programma di sicurezza. In entrambi i casi appare evidente che la disponibilità di un partner unico, un Global Security Service come Sicuritalia, presenta numerosi vantaggi. Per quanto riguarda, ad esempio le grandi aziende multinazionali, avere un unico partner consente di inquadrare in una visione organica tutto il personale che concorre alla mitigazione e al contrasto di fatti delittuosi, anche se distribuito su un'ampia superficie o su più location sul territorio nazionale e procedere alla gestione di tutto il personale con un unico coordinatore dedicato secondo un unico protocollo condiviso con la security aziendale. Con Sicuritalia possono quindi essere monitorati i livelli di servizio e gli eventi su tutto il territorio nazionale e attivati processi di miglioramento continuo attraverso incontri mensili con i responsabili aziendali per la gestione della commessa, in cui vengono analizzati gli accadimenti ed individuate le soluzioni specifiche (operative, formative, procedurali, tecnologiche etc.) da adottare per affinare e portare al miglior livello il servizio erogato. È inoltre possibile, in occasione dell'attivazione di nuovi processi produttivi, migliorare le difese localizzate e approntare servizi supplementari di sicurezza. Sicuritalia è poi in grado di fornire i delicati servizi investigativi di verifica della fedeltà del dipendente che spesso si rivelano necessari nei casi di ripetuta sottrazione di beni di consumo. Una specifica conoscenza del territorio e l'utilizzo di personale particolarmente addestrato aumentano inoltre il livello di flessibilità nell'utilizzo del personale stesso, che può essere più facilmente spostato dall'attività di vigilanza ispettiva ad attività di vigilanza fissa, in modo da tenere sotto controllo i costi garantendo però una pronta reazione a fronte di situazioni di crisi. Per le aziende di medie dimensioni, a base nazionale, la disponibilità di un partner specializzato, con esperienze e competenze specifiche, maturate nel settore specifico anche attraverso la collaborazione con grandi multinazionali consente di definire rapidamente piani ed interventi di protezione con il massimo rapporto efficacia-efficienza. Un soddisfacente rapporto costo-qualità della sicurezza rappresenta infatti un'altra necessità fondamentale in un progetto integrato di sicurezza, perché le aziende manifatturiere operano talvolta con margini relativamente modesti e quindi l'impatto delle misure di sicurezza sull'economia generale aziendale deve essere giustificato.

Sede

Con 7.750 dipendenti ed oltre 50.000 clienti Sicuritalia è leader in Italia in fatto di sicurezza e servizi fiduciari.

Entra...
sicuritaliapersona

Sei interessato ai nostri servizi? Desideri avere un preventivo o informazioni più dettagliate? Contattaci subito!

Entra...
sicuritaliapersona

Con 53 fra sedi direzionali ed operative, Sicuritalia copre le esigenze di tutto il territorio italiano.

Entra...

Richiedi un preventivo rapido online compilando l'apposito form. Riceverai al più presto le informazioni che desideri.


Entra...