SETTORE MUSEI E PINACOTECHE

I tipici problemi di sicurezza del settore

L'Italia è caratterizzata dalla presenza di uno dei più ricchi patrimoni artistici dell'umanità. Questo patrimonio è distribuito in un gran numero di musei, alcuni di rilevanza addirittura mondiale, mentre altri possono avere un'importanza solo locale, perché ad esempio costruiscono reperti e testimonianze di attività umane di tipo specifico. Questi musei possono fare capo ad enti statali che, per legge, devono provvedere in forma autonoma alla propria protezione anticrimine, ma un grandissimo numero di altri musei fa capo a strutture locali, come amministrazioni regionali, provinciali o comunali o fondazioni private, che hanno bisogno di appoggiarsi a soggetti terzi per la propria sicurezza anticrimine. I problemi di sicurezza di un museo sono numerosi e, secondo gli esperti, sono perfino superiori a quelli di una banca. Mentre infatti in una banca i valori sono accuratamente tenuti lontani dalla portata del pubblico, in un museo gli oggetti più preziosi sono quelli che più frequentemente sono visitati e si trovano quindi a maggior rischio, proprio perché il frequente contatto con i visitatori potrebbe portare a danneggiamenti, anche accidentali, vandalismi o altro, pur senza arrivare al furto vero e proprio. Occorre inoltre ricordare che le opere d'arte esposte in un museo rappresentano di solito una piccola percentuale del patrimonio dei reperti, che sono invece custoditi in appositi e speciali depositi e che necessitano di protezioni in particolare durante le fasi di apertura/chiusura, durante le fasi di accesso di studiosi o addetti alla manutenzione o al restauro. Se il museo è particolarmente frequentato, si pone poi un ulteriore rischio legato alla gestione del contante, che può raggiungere livelli significativi; soprattutto quando nel museo vengono organizzate attività estemporanee di grande richiamo, come ad esempio un’esposizione particolare. L’accoglienza, infine, è una questione da non sottovalutare, un servizio di accoglienza per il pubblico ben strutturato, con persone competenti e in grado di parlare lingue straniere, è un ottimo biglietto da visita. A conclusione di questa rapida carrellata sui rischi tipici di un museo, non possiamo dimenticare il presidio delle sale, da parte di personale che deve tenere sotto controllo il corretto comportamento dei visitatori. Un indispensabile complemento di quest'attività è dato dall’installazione di sistemi di video sorveglianza, di solito collegati ad una sala operativa posta all'interno del museo stesso, per combinare la vigilanza dell'occhio umano con la vigilanza dell'occhio elettronico.

Un approccio integrato per la soluzione di tali problemi

È proprio in ambito museale che si valorizza al massimo il vantaggio legato ad un approccio integrato alla sicurezza come quello proposto da Sicuritalia. Una stretta interconnessione procedurale e tecnologica tra il personale addetto all'accoglienza dei visitatori, il personale addetto alla vigilanza nelle sale, il personale addetto al controllo dell'accesso ai depositi, valorizza le prestazioni ed aumenta l'efficacia. La presenza di numerosi impianti tecnologici di supporto, come ad esempio gli impianti di video sorveglianza, con applicativi di natura intelligente per l’analisi delle immagini, gli impianti anti intrusione, gli impianti antiaggressione per il personale distribuito nelle sale e, infine, la messa a disposizione di casseforti che proteggono reperti di particolare valore, richiedono una gestione unitaria di questi presidi. Ecco la ragione per la quale la raccolta di tutte le segnalazioni di allarme, provenienti da sensori o da telecamere, deve essere gestita in modo appropriato da un centro remoto di monitoraggio, ad esempio presso la sala operativa di Sicuritalia. Lo svolgimento di un servizio di vigilanza ispettiva in grado di tenere sotto controllo tutte le aree esterne del museo, rappresenta un indispensabile complemento di questo articolato sistema di misure che solo Società dotate di specifica professionalità possono realizzare, gestire e mantenere in efficienza a livello desiderato.

I vantaggi dell’approccio integrato

L’efficienza ed efficacia dell'approccio integrato, sopra illustrato, con i vantaggi relativi, sono dimostrate dal fatto che ormai sono sempre più numerose le istituzioni museali che affrontano il problema della sicurezza in una visione globale, delegando la soluzione di tale problema a gruppi specializzati come Sicuritalia, che sono in possesso di numerose esperienze nel settore. E’ solo da un approccio integrato, da affidare ad un singolo appaltatore, che può nascere quella intima fusione di prodotti e servizi, gestiti in forma unitaria in grado di garantire il massimo livello possibile di protezione per queste attività e per questi reperti, che spesso hanno un valore unico al mondo. Non crediamo valga la pena di illustrare ulteriormente i vantaggi connessi, perché tutti gli aspetti sopra illustrati concorrono a validare in modo specifico questo approccio.

Sede

Con 7.750 dipendenti ed oltre 50.000 clienti Sicuritalia è leader in Italia in fatto di sicurezza e servizi fiduciari.

Entra...
sicuritaliapersona

Sei interessato ai nostri servizi? Desideri avere un preventivo o informazioni più dettagliate? Contattaci subito!

Entra...
sicuritaliapersona

Con 53 fra sedi direzionali ed operative, Sicuritalia copre le esigenze di tutto il territorio italiano.

Entra...

Richiedi un preventivo rapido online compilando l'apposito form. Riceverai al più presto le informazioni che desideri.


Entra...