SETTORE EDITORIA

I tipici problemi di sicurezza del settore

Il livello di rischio connesso ad un'attività di editoria, in particolare di quotidiani o settimanali, è spesso intimamente legato alla natura dell'attività editoriale svolta. La diffusione di specifiche notizie o l'avvio di campagne di stampa può creare risentimenti che più di una volta hanno portato i soggetti coinvolti o i loro emissari, a minacciare la casa editrice ed i suoi giornalisti. Queste minacce possono manifestarsi per via telefonica, ad esempio annunciando la presenza di un ordigno oppure possono portare all'invio di buste e plichi, confezionati con esplosivi. Non è infine insolita la possibilità che questi stessi soggetti aggrediscano fisicamente gli editori o i giornalisti, come purtroppo più volte registrato durante i tristi anni di piombo dell'Italia. A questi rischi di natura esogena, si possono aggiungere altri rischi, in un certo senso più tradizionali e legati ad esempio alla possibilità di rubare materiale di pregio, in particolare materiale elettronico informatico, sicuramente presente all'interno di una redazione editoriale.

Un approccio integrato per la soluzione di tali problemi

Un approccio integrato alla sicurezza deve pertanto prevedere l'attivazione di un servizio di accoglienza all'ingresso dell'edificio, in modo da identificare e tenere sotto controllo i visitatori; lo svolgimento di attività di presidio con guardie particolari giurate all’entrata o in altre zone a rischio e l’installazione di sistemi anti intrusione e di video sorveglianza per tenere sotto controllo le aree a rischio, quando non sono occupate. Particolare attenzione va posta alla gestione della corrispondenza, fino a poter prevedere sistemi radiogeni di analisi dei plichi postali per le situazioni maggiormente esposte a rischio. Può essere infine necessario effettuare servizi di assistenza per alcuni soggetti, mettendo a disposizione guardie particolari giurate armate, ma non in divisa, previa specifica autorizzazione delle autorità preposte. Questa attività di supporto può essere anche offerta ai visitatori VIP che, per un motivo qualsiasi debbano recarsi presso la sede della casa editrice, ad esempio per un'intervista.

I vantaggi dell’approccio integrato

Il pregio di un approccio integrato con un gruppo come Sicuritalia è che collaborando con un unico fornitore è più semplice modulare le esigenze di sicurezza e di presidio, soprattutto in funzione delle mutevoli esigenze tipiche dell'attività editoriale. Oltre a ciò è possibile ottimizzare il controllo dei costi attraverso l’uso integrato dei servizi di sicurezza. È così possibile utilizzare al meglio le risorse umane, oltre al fatto che l’installazione e la gestione dell’impiantistica di sicurezza anticrimine, affidata ad un solo ente, presenta indubbi vantaggi dal punto di vista del coordinamento dell'intervento, sia mediante personale già presente sul posto sia mediante personale che effettua interventi in caso di allarme.

Sede

Con 7.750 dipendenti ed oltre 50.000 clienti Sicuritalia è leader in Italia in fatto di sicurezza e servizi fiduciari.

Entra...
sicuritaliapersona

Sei interessato ai nostri servizi? Desideri avere un preventivo o informazioni più dettagliate? Contattaci subito!

Entra...
sicuritaliapersona

Con 53 fra sedi direzionali ed operative, Sicuritalia copre le esigenze di tutto il territorio italiano.

Entra...

Richiedi un preventivo rapido online compilando l'apposito form. Riceverai al più presto le informazioni che desideri.


Entra...